Vent’anni

17425825_10211193311482815_1370653875449645967_n

Ti rendi conto di non avere più vent’anni da molte cose. E piano piano ti rassegni, impari a fare i conti con i tuoi limiti.

Lo capisci soprattutto quando sei a cena con i colleghi, un lunedì sera. Fai il brillante e bevi quell’Arneis che continuano a versare nel tuo bicchiere come se non ci fosse un domani, e chissene del lavoro. Caffè. Ammazzacaffè. “Ammazza, buono ‘sto zibibbo!”
E poi? Che fai? Non ti unisci ai reduci per continuare la serata? “Massì, siamo giovani! Andiamo!”.

E ridi, e rischi di divertirti, e ti ritrovi con il solito cocktail in una mano e la ventesima sigaretta nell’altra.

L’una. Le due.

Ciao ragazzi, buon we! Ah no, oggi è sempre lunedì… allora a domani…”

E in quel momento, realizzi che sei finito.

L’indomani ti svegli in stato catatonico, con la testa che pesa 100 chili. Impieghi 5 minuti a capire dove sei, per un attimo ti illudi che sia domenica. E invece noooooo. Caxxo, devi andare a lavoro. Sbagli il pin del telefonino per due volte. Hai fame, ma anche no. Ti vesti demmerda. Non ti ricordi se ti sei lavato i denti perché il tuo cavo orale continua ad essere un mix di Moskow mule e tabacco. Allora, nel dubbio, li lavi (di nuovo).
Immancabile il cliché degli occhiali che non trovi (perché li hai sulla testa). Non ricordi dove hai messo le chiavi del motorino. Panico. Ansia. Dormire.
Devi prelevare perché ovviamente sei senza un soldo. “Ma il codice? Qual è? Ah no questo è quello del telefono”… No, non ce la puoi fare.
Ti scapicolli per arrivare in ufficio e sai già che rischierai la vita perché i tuoi riflessi sono rimasti spalmati sul cuscino. Sai anche di essere in ritardo.
E alla fine, arrivi: occhiali da sole tattici, andatura disinvolta, ti senti come uno di quelli di Armageddon quando tornano sulla terra (anche se probabilmente sembri più che altro Fantozzi che va in ufficio).

Datemi un’aspirina.
E ditemi che non è martedì.

È martedì.
E tu non hai più vent’anni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...